MISTER ALBERTO VILLA:"A VERONA DOVREMO DISPUTARE UNA GARA GALGIARDA E DI BATTAGLIA."

25 Marzo 2023

Prima Squadra

Due squadre in salute,che stanno vivendo un periodo felice, Virtus Verona e Pergolettese si affronteranno domenica al “Gavagnin Nocini” di Verona (ore 17:30), reduci entrambe da tre risultati prestigiosi, negli ultimi 3 turni di campionato. Se i veronesi hanno superato Sangiuliano e Trento tra le mura amiche e il L.R.Vicenza al “Menti”, la Pergolettese puo’ vantarsi delle vittorie casalinghe con Renate e Pro Vercelli, inframezzate dalla quella esterna con il Trento. Dieci le gare utili consecutive per i veronesi e otto quelle per i cremaschi: i presupposti per una gara altamente spettacolare non mancano.
Nell’immediata vigilia del match, il trainer cremasco Alberto Villa, ha rimarcato le insidie che attenderanno i suoi ragazzi.

Mister, una serie di risultati positivi, che hanno proiettato la squadra fuori dalla zona calda della classifica, dopo un periodo invernale difficile. Hai sempre dato i giusti meriti e pregi ai giocatori, ma un motivo d'orgoglio anche da parte tua lo avrai..
“No, a me non piace prendermi dei meriti, bisogna darli solo ai ragazzi, perché sono loro gli artefici, quelli che vanno in campo. Io cerco solo di dargli una mano, delle idee e delle motivazioni. Siamo contenti perché quando ci sono dei risultati positivi si lavora meglio e bene, la squadra si unisce, si compatta di più. È quello che sta succedendo in questo momento e siamo molto contenti. Abbiamo un piccolo vantaggio che non dobbiamo farci scappare né vanificare. Dobbiamo continuare a lavorare forte e a testa bassa, perché mancano ancora cinque partite e non abbiamo ancora conquistato niente.”


Uno dei pregi maggiori è stato quello che nei momenti di difficoltà, nonostante le pressioni e le critiche, hai sempre avuto piena fiducia nel gruppo e nel lavoro che si stava facendo e adesso arrivano anche i risultati.
Conosco bene i miei ragazzi, conosco questo gruppo, i suoi pregi e difetti, il loro valore umano e tecnico. Nel periodo critico abbiamo avuto difficoltà numeriche, condiversi giocatori assenti per vari problemi tra infortuni e squalifiche, senza avere a disposizione molte alternative. Non era accettabile vedere una squadra che a settembre, ottobre e novembre era andata così forte, vanificarepoi tutto in due mesi. Bisognava andare a capirne il perché, a studiarne i motivi e lo abbiamo fatto. Però noi abbiamo sempre creduto in una cosa, che è quella per me più importante e fondamentale: il lavoro. Non avendo una grandissima struttura fisica abbiamo sofferto nel periodo invernale, mentre adesso sui campi un po’ più belli, più duri, stiamo facendo cose egregie.
Ma come non abbiamo ascoltato nessuno prima, non dobbiamo ascoltare neanche gli elogi che ci stanno arrivando adesso. Fanno piacere, ma non dobbiamo essere appagati per niente di quello che abbiamo fatto. Dobbiamo continuare a lavorare e poi ,quando sarà raggiunto l'obiettivo, ci sarà il momento di alzare la testa e di poter dire che ce l'abbiamo fatta.”

C’e’ imminente questo impegno domenica a Verona contro la Virtus Verona, la squadra in questo momento più in forma del campionato, con dieci risultati utili consecutivi.
E’ la squadra più in forma in questo periodo,allenata da un ottimo trainer dalla lunga esperienza comeLuigi Fresco ( al timone della squadra e della Società dal 1982),che anche in questo campionato sta ottenendo dei risultati strabilianti. Noi siamo ormai abituati a incontrare delle squadre nel loro momentomigliore di forma e di classifica: Padova, Feralpisalo’, Renate, Trento. Adesso andiamo a far visitaalla Virtus Verona, che vanta uno score di dieci risultati utili consecutivi. E’ una squadra molto pericolosa, fisica, compatta, molto dura da affrontare. Una squadra collaudata che ha cambiato spesso modulo di gioco, portando a casa sempre ottimi risultati. Noi dovremo disputare una gara sopra le righe, gagliarda, di battaglia per cercare di portare a casa un risultato positivo. Sarebbe il nono, un piccolo record a cui in ragazzi tengono molto a raggiungerlo.”

Mazzarani è squalificato e diversi giocatori sono in diffida: potrebbe essere un handicap?
A questo punto della stagione è normale avere in squadra diversi diffidati. Noi ci stiamo convivendo da diverse giornate. Siamo stati bravi a gestirli nella scorsa settimana con i tre impegni consecutivi. Ma non è un grosso problema perché abbiamo diversi ragazzi che scalpitano e non vedono l’ora di giocare: in queste 24 ore ragioneremo su chi mettere in campo.”

GLIAVVERSARI:

Ottavo posto in classifica con 37 gol realizzatri e  25 quelli subiti (seconda difesa meno perforata del girone, dopo quella della Feralpisalo', prima con "soli" 18 reti incassati). Miglior realizzatore Juan Ignazio Gomez a quota 8 e secondo Domenico Danti con 7. La gara d'andata al Voltini si concluse con la vittoria della Virtus Verona per 2 a 0 con reti di Nalini e Gomez. Sarà assente della gara il centrocampista ex Udinese Emil Hallfredsson, che oggi è stato sottoposto a un intervento chirurgico al menisco. Per la Pergolettese sarà assente Andrea Mazzarani squalificato.

SPONSOR